Loading...

ciao, welcome :-)

in questo blog metto un po di tutto se cerchi qualcosa che non trovi chiedimelo

giovedì 26 settembre 2013

Città Metropolitana e trasparenza

La città metropolitana richiede più trasparenza
Come Coalizione Civica abbiamo apprezzato l’iniziativa del 
Sindaco Maiorano tesa a mettere in rete i comuni circostanti 
con l’obiettivo di avere un ruolo protagonista nella costituenda Città Metropolitana, proprio come noi abbiamo proposto 
fin dalla campagna elettorale. Occorre però razzolare come si 
predica: la Città Metropolitana richiede a tutti gli amministratori efficienza e trasparenza. Al contrario, l’Amministrazione di
Buccinasco è stata recentemente interessata da due gravi episodi che non ammettono alcuna rimozione: da una parte una spedizione di documenti interni, via lettera
e via mail, selezionati per diffamare una dirigente apicale dell’amministrazione che
ha un ruolo chiave nel controllo della correttezza della pianificazione e dei bandi;
dall’altra l’utilizzo di false identità per intervenire sulla pagina Facebook del Comune, nel tentativo di orientare l’opinione pubblica su una scelta amministrativa controversa, come quella del bando per la scuola di musica, con l’aggravante di aver
tolto la possibilità di commento al cittadino, militante dei 5 Stelle, che aveva denunciato il fatto. Si tratta di due reati, su cui è doveroso fare luce. Perché il sindaco ha
tolto il vicesindaco e la Presidente del Consiglio Comunale dalla responsabilità della
pagina? Occorre chiarezza perché abbiamo a che fare con l’esercizio legale o meno
di funzioni amministrative e politiche dell’istituzione comunale. Per questo abbiamo
tempestivamente presentato due interpellanze urgenti al riguardo ma, a dispetto del
regolamento consiliare, fino ad ora non abbiamo ricevuto alcuna risposta da presentare ai cittadini di Buccinasco. In particolare occorre sapere se, come abbiamo
chiesto, l’amministrazione ha denunciato i fatti alla Polizia Postale per individuare i
computer usati per la diffamazione e per le false identità. In compenso, come patetica distrazione, il gruppo del vicesindaco e della Presidente del Consiglio Comunale, la lista “Per Buccinasco”, ha presentato un’interrogazione che chiama in causa
la Coalizione Civica per le questioni che pone. Esercitare il controllo che una opposizione seria richiede e far sapere ai cittadini quello che succede dentro il Palazzo a qualcuno non va bene. Occorre ripeterlo: una Città Metropolitana di livello europeo,
quale vuole essere la Grande Milano, richiede efficienza e trasparenza per generare
qualità e valore, attrarre investimenti e produrre occupazione. Per questo occorre
predicare e razzolare in modo adeguato e tutti, tutti, devono rispettare le regole.
Fiorello Cortiana Filippo Errante, Coalizione Civica Buccinasco.
Questo il pezzo uscito su Buccinasco Informazioni, finalmente nella seduta di martedì 24 il Sindaco ha risposto alle nostre interpellanze ma in modo insoddisfacente.
Non è stata fatta una denuncia alla Polizia Postale, come mi aveva detto che avrebbe fatto, per rintracciare di indirizzi IP da cui sono state accreditate le identità fake su Facebook, così per rintracciare l'indirizzo IP da cui è partita la mail diffamatoria. Con il paradosso che la nostra richiesta di una indagine interna è stata svolta sul conto della dirigente diffamata con una lettera anonima!
Così andrò io a fare l'esposto alla Polizia Postale.

Nessun commento:

Posta un commento