Loading...

ciao, welcome :-)

in questo blog metto un po di tutto se cerchi qualcosa che non trovi chiedimelo

mercoledì 31 ottobre 2012

Principi Fondamentali di Internet


Governo-MIUR- Consultazione Pubblica sui principi fondamentali di Internet
Io condivido e appoggio la proposta di Fiorella De Cindio "a proposito di Cittadinanza digitale"
http://www.partecipami.it/infodiscs/view/13043 — with Stefano Rolando and 19 others.

Vendola assolto

Vendola assolto per il caso Sanità. Sono contento per lui e per la sua dignità personale e politica. Un altra cosa è la politica sanitaria e la scelta del San Raffaele a Taranto con la chiusura di due ospedali pubblici.

martedì 30 ottobre 2012

Open Data?

Salute, informazione e comunicazione
http://www.eurosalus.com/blog/angolo-fiorello-cortiana/open-data-istituzioni-e-comunicazione/

Participio Passato

Monti: "Governo maledetto ma più gradito dei partiti". Partiti? Andati.

lunedì 29 ottobre 2012

Wikipedia e la legge bavaglio


Gentile lettore, gentile lettrice,
ancora una volta l'indipendenza di Wikipedia è sotto minaccia.
In queste ore il Senato italiano sta discutendo un disegno di legge in materia di diffamazione (DDL n. 3491) che, se approvato, potrebbe imporre a ogni sito web (ivi compresa Wikipedia) la rettifica o la cancellazione dei propri contenuti dietro semplice richiesta di chi li ritenesse lesivi della propria immagine o anche della propria privacy, e prevede la condanna penale e sanzioni pecuniarie fino a 100 000 euro in caso di mancata rimozione. Simili iniziative non sono nuove, ma stavolta la loro approvazione sembra imminente.
Wikipedia riconosce il diritto alla tutela della reputazione di ognuno e i volontari che vi contribuiscono gratuitamente già si adoperano quotidianamente per garantirla. L'approvazione di questa norma, tuttavia, obbligherebbe ad alterare i contenuti indipendentemente dalla loro veridicità. Un simile obbligo snaturerebbe i principi fondamentali di Wikipedia, costituirebbe una limitazione inaccettabile alla sua autonomia e una pesante minaccia all'attività dei suoi 15 milioni di volontari sparsi in tutto il mondo, che sarebbero indotti a smettere di occuparsi di determinati argomenti o personaggi, anche solo per "non avere problemi".
Wikipedia è la più grande opera collettiva della storia del genere umano: in 12 anni è entrata a far parte delle abitudini di milioni di utenti della Rete in cerca di un sapere neutrale, gratuito e soprattutto libero. L'edizione in lingua italiana ha quasi un milione di voci, che ricevono 16 milioni di visite ogni giorno, ma questa norma potrebbe oscurarle per sempre.
L'Enciclopedia è patrimonio di tutti. Non lasciamo che scompaia.

Legalità e legittimità

In Sicilia il 53% degli elettori non ha votato, eppure tra poche ore si disputeranno/discuteranno sole le percentuali ottenute dai candidati.
C'è un problema di legittimità democratica non più trascurabile.

giovedì 25 ottobre 2012

Neutral Net


La Commissaria Europea Kroes condanna espressamente la proposta ETNO
Neelie Kroes, il commissario europeo di DG Connect responsabile per la Digital Agenda, ha espressamente preso posizione contro la proposta ETNO relativa ai trattati ITRs. 
La presa di posizione è contenuta nella risposta resa il 22 ottobre 2012 in relazione ad una interrogazione parlamentare di un deputato europeo dei verdi. ....

http://radiobruxelleslibera.wordpress.com/2012/10/24/kroes-condanna-espressamene-la-proposta-etno/

Parliamentary questions
10 September 2012
E-007989/2012
Subject: Net neutrality and the EU's proposed position at the World Conference on International Telecommunications

Answer(s)
The answers given by Commissioner Kroes to my questions E?005879/2012 and E?007464/2012 concerning the plan submitted to the International Telecommunications Union (ITU) by the European Telecommunications Network Operators Association (ETNO) under which online service providers would be required to help cover the cost of Internet traffic still leave certain points unanswered. Hence the need for this third set of follow-up questions.
1. What exactly does the Commission mean, in its answer, by 'managed services'? Apart, for example, from IP TV, could Internet search engines such as that of Google, video sites such as YouTube and social networks such as Twitter also fall under this heading, either now or in future?
2. Does this mean that these providers of online services can conclude contracts with telecoms and Internet providers for quicker and better relaying of their bits and bytes, in exchange for payment of termination rates?(1)
3. Does the Commission perceive there to be a danger that, by purchasing priority on the Internet, large and rich providers of online services may reduce opportunities for smaller and new providers? Would this not damage the Internet's capacity for innovation?
4. Can the Commission this time comment on the Netherlands Government's objections to ETNO's plan: 'Termination tariffs may constitute an obstacle to the suppliers of services and applications continuing to offer their services and developing new services. At the same time an automatic deduction system whereby costs are passed on by means of termination tariffs is likely to result in economically less efficient outcomes than tariffs charged directly to end users'?(2)
5. Why does the Commission, in its proposal for the EU's position at the forthcoming World Conference on International Telecommunications in Dubai, say nothing about net neutrality?(3) Will the Commission put forward a supplementary proposal guaranteeing net neutrality?

--------------------------------------------------------------------------------

E-007989/2012
Answer given by Ms Kroes
on behalf of the Commission
(22.10.2012)



Managed services provide access to applications and content with a certain quality of service level. An internet service provider (ISP) may conclude commercial agreements with content providers to ensure that technical properties of specific content or applications are controlled from end-to-end. Certain applications require a specific quality of service (QoS) level, including television (IPTV), video on demand or some business services, such as virtual private networks (VPN). However, not all services referred to in the question require controlled quality.

Electronic communications operators should be able to market managed services. However, in order to protect the Internet's capacity to innovate, the provision of such services should not be to the detriment of the quality of the "best effort" Internet. Moreover, the Commission is committed to maintain the Internet as an open platform to innovate for all providers, including small and emerging providers. In this respect, the Commission's position resonates with the position expressed by the Government of the Netherlands on ETNO's proposal. Generally, the Commission believes that the ITRs are not the appropriate forum for setting compensation and tariff systems.

The Commission's proposal (COM/2012/0430 final - 2012/0207 (NLE)) seeks to ensure that there is no extension of scope in relation to the existing International Telecommunications Regulations (ITRs), in particular in relation to matters related to the Internet. The absence of any specific ITR provisions does not prevent the EU to take regulatory or legislative actions in this area.

mercoledì 24 ottobre 2012

10 years after the World Summit on the Information Society-WSIS


The status of critical communication rights ten years after the World Summit on the Information Society (WSIS) – a survey documenting civil society perceptions
https://www.apc.org/limesurvey/index.php?sid=77768&newtest=Y&lang=en

Intraprendere nell'economia della conoscenza

Una bella opportunità per intraprendere come creativi dell'economia della conoscenza nell'ecosistema digitale. AHREF vi accompagna a Londra per vedere come si fa a diventare imprenditori, imparando a cogliere le opportunità e a stare in rete.

http://www.ahref.eu/it/homepage/it/ricerca/educazione/startup-educational-week

Campioni puliti?

Doping: Indurain: "Armstrong? Credo nella sua innocenza". Spudorata solidarietà alla faccia delle prove. Excusatio non petita, accusatio manifesta.

Maschilismo e integralismo

"Incinta dopo stupro? E' volontà di Dio" Richard Mourdock, candidato repubblicano del Tea Party. Michelle, spiegagli che è la conseguenza biologica della violenza subita.

Linux day Openlabs, Poul, Pcofficina, Unimi Spazio Oberdan


Programma del Linux Day e dell'Open Day

Sessione Mattutina

(gli orari sono indicativi e potrebbero subire variazioni)

Sessione Pomeridiana

Politecnico di Milano
OraAutoreTitolo
14:15Stefano BouchsIntroduzione della sessione
14:30Alberto FuriaLXC-Linux Containers
15:00Vincenzo FrascinoSemplice Introduzione ai Linux Device Driver su SoC ARMv5
15:30Paolo BernardiNoSQL: il rinascimento dei database?
16:00Stefano BaldanTutti alla lavagna!
16:30Radu AndriesSwitchable Graphics on Linux
17:00Massimo MainoEasy front-end framework development with Ruby on Rails
17:30Alberto GiudiciWikiFM - una risorsa libera per l'università

OpenDay

Parco Totter

Install Party

10:00 - 18:00Accoglienza ed Install Party

Sessione Talk Mattutina

OraAutoreTitolo
09:15Tommaso RavaglioliIntroduzione della sessione
09:30Alexjan CarraturoLinux, distribuzioni e comunità
10:00Riccardo ScartozziDai principi, la storia ed i valori del movimento Free Software una critica alla libertà digitale e l'attuale sistema di licenze e diritto d'autore
10:30Andrea RossettiDal software libero ai dati liberi: il concetto di open data
11:00Leonardo BarozziTrasmissioni digitali con Linux
11:30cafe break
11:45Italo VignoliLibreOffice
12:15Savino Curci & Paolo Ravanidoudoulinux
12:45Pausa Pranzo
(gli orari sono indicativi e potrebbero subire variazioni)

Sessione Talk Pomeridiana

martedì 23 ottobre 2012

SIAM linux day 2012


27 OTTOBRE LINUX DAY 2012


PROGRAMMA LINUX DAY 2012  SIAM ,VIA SANTA MARTA, 18 - MILANO


   9,00- 9,30    SALUTI ISTITUZIONALI

   9,30 - 9,50   LA CONDIVISIONE DELLA  CONOSCENZA COME BENE COMUNE 

La condivisione della conoscenza come Bene Comune è fondamentale, quindi i suoi alfabeti e le sue grammatiche, siano sequenze geniche o stringhe di algoritmi, devono restare nella libera disponibilità pubblica e così le pratiche che ne permettono il pieno sviluppo devono essere riconosciute e promosse. E' il caso del software libero e delle sue comunità, è il caso dell'omeopatia e delle sue imprese, è il caso degli agricoltori e delle sementi e modi di coltivazione.

Relatore Fiorello Cortiana (Ex Assessore di Milano, ex Senatore,  Goodwill Ambassador di OLPC-One Laptop per Child)

9,50-10,05       IL SOFTWARE LIBERO E LA CULTURA D'IMPRESA

 Il software libero e il suo impatto sulla cultura d'impresa. Come una migliore comprensione delle
 caratteristiche del software libero puo` cambiare la cultura d'impresa e aprire nuovi spazi di profitto.

  Relatore Mattia Monga ( Professsore associato Università degli studi di Milano)


10,05-10,20    LIBREOFFICE  NELLE  PMI

  LibreOffice permette alle piccole e medie aziende di risparmiare in modo significativo sui costi delle licenze per la produttività, grazie alla possibilità di migrare la maggior parte delle postazioni desktop al software libero (e gratuito) senza nessun impatto sulle funzionalità e le prestazioni. LibreOffice offre la migliore interoperabilità con i formati proprietari, sia non standard sia standard.

 Relatore Italo Vignoli  ( Membro Fondatore e Direttore The Document Foundation )


10,20 - 10,35  PRESENTAZIONE ISTITUTO GEOGEBRA DI MILANO 
           
GeoGebra, software libero multi-piattaforma per l'apprendimento e la didattica della Matematica, è adatto a tutti i livelli scolastici: dalla Primaria all'Università. GeoGebra comprende geometria, algebra, tabelle, grafici, statistica e analisi in un pacchetto semplice e intuitivo, permette costruzioni geometriche modificabili dinamicamente e integra in modo efficace e accattivante geometria e algebra. L'istituto ha sede presso la scuola open source "Ludovico Radice Fossati"            

Relatore Ottavio Giulio Rizzo (università di Milano, Chair person dell'Istituto Geogebra di Milano)


10,35 - 11,00  COFFE BREAK

11,00- 11,15  L'USO DEL SOFTWARE LIBERO IN UNA PICCOLA AZIENDA: MAGLIFICIO AR-GI
                   
Risparmio e sicurezza nell'utilizzo di software libero. Il maglifico AR-GI  ha dovuto affrontare negli
anni la morte del mercato tessile in Italia.  Da anni utilizza programmi open source sia su Microsoft
Windows che su Linux.

Testimonianza dott. Massimo Fumagalli  (Maglificio AR-GI)


11,15- 11,30 SOFTWARE LIBERO PER LA GESTIONE DELLE PMI

GO - Gestionale Open é un programma italiano di gestione che permette di tenere la contabilità, gestire magazzino, fatturazione, acquisti, produzione, distinta base e molto di più senza avere i problemi di licenza. Usa MySQL come database e funziona su Linux, Windows e Tablet.

 Relatore Massimo A. L. Buzzi ( Consulenze informatiche e gestionali, GO - Gestionale Open,
                                                 Supporto e sviluppo di Software Open Source.)


11,30-11,45   WIILD E WIILDOS LAVAGNA DIGITALE APERTA, SOFTWARE LIBERO PER LA SCUOLA

Una LIM a basso costo (WiiLD) con Software Libero  (WiiLDOs e Ardesia). WiiLDOs una distrubione  
live “persistente”, con lo stesso software si fa lezione e lavoro a casa, interfaccia one click adatto ai tablet, sviluppata seguendo le esigenze di una community di insegnanti. Una risorsa con gli strumenti                     utili in classe oggi: LIM, sintesi vocale, software per mappe, per esercitazioni in classe e altro ancora.

Relatore Paolo Mauri ( docente di sostegno scuola primaria )

 11,45-12,00 LA GRAFICA CON SOFTWARE LIBERO NELLE PMI (GIMP E BLENDER)
                 
 Metodi e strumenti utili all'elaborazione digitale delle immagini e dei modelli 3D attraverso l'utilizzo dei                                   software libero Gimp e Blender, due più importanti applicazioni open source dedicate al photo-editing e alla rappresentazione tridimensionale.

Relatore architetto arch. Marco Ferrara  (docente SIAM)

12,00 - 12,15 SOFTWARE LIBERO PER L'INGEGNERIA E L'INDUSTRIA  NELLE PMI

 Si presenteranno diversi programmi liberi per linux nel campo del CAD (elettrico e meccanico), CAE
 (simulazioni fluidodinamiche e FEM) e CAM (macchine a controllo   numerico). Verra' presentata anche  
 la modellazione di sistemi complessi".

 Relatore Gabriele Biucchi (esperto software libero)


12,15-12,30   ARDUINO: L’OPEN-SOURCE HARDWARE

Con Arduino la condivisione, la collaborazione, proprie del software libero, sono applicati ad un hardware un prodotto fisico che tutti possono utilizzare, ampliare, modificare e anche … copiare. Ciò che resta inattaccabile e unico è la forza della community che ogni giorno, in tutto il mondo, sviluppa, collabora e partecipa per il bene della collettività e per accrescere il bisogno di conoscenza e sperimentazione che c’è in ognuno dei Makers partecipanti.

Relatore: Alfieri Mauro (docente SIAM)

12,30  - 13,00 DIBATTITO

13,00 - 14,00 PAUSA PRANZO

14,00 - 17,00 I LABORATORI DEL SOFTWARE LIBERO
 
AULA 8      WIILDOS E LA LIM

AULA 119  LABORATORIO DELL'ISTITUTO GEOGEBRA DI MILANO

AULA  54  LABORATORIO WORD PRESS  CMS PER LE SCUOLE E LE PMI

AULA 54    POSTAZIONI  PC CON VARIE DISTRIBUZIONI GNU/LINUX  E DVD 


AULA 40   IL PROGETTO LEONARDO TRANSYNERGY: CLOUD 
                    COMPUTING E SOFTWARE LIBERO AL SERVIZIO 
                    DELLE PMI.                  
                   TESTIMONIANZA DI GIOVANI LAUREATI TIROCINANTI
                   ALL'ESTERO.



DURANTE IL LINUX DAY SARÀ DISTRIBUITO IL "DOSSIER SCUOLA" PER IL SOFTWARE LIBERO A SUPPORTO  DELL'EDUCAZIONE DEGLI STUDENTI DI OGGI

C'è ancora il Ku Klux Klan

Criminali razzisti in azione a Winnsboro, in Louisiana, dove tre militanti del Ku Klux Klan hanno dato fuoco a Sharmeka Moffit, una ragazza nera di 20 anni, che si trova in gravissime condizioni. Aveva la t-shirt di Obama” ma temo che per loro fosse sufficiente il colare della pelle.

Certamente a sua insaputa

"Vendita armi, arresti Finmeccanica Scajola indagato per corruzione". Se lo hanno corrotto è stato a sua insaputa.

lunedì 22 ottobre 2012

Obama

I'm waiting for the presidential debate tonight in Florida. Barack be yourself!

venerdì 19 ottobre 2012

Rodotà, il più giovane

Rodotà, il più giovane. La rottamazione è questione politica e non anagrafica.
http://2012.igf-italia.it/

IGF Italia 2012

Grande Stefano Rodotà sui diritti fondamentali nello spazio pubblico Internet: autodeterminazione dell'identità, accesso alla rete come diritto fondamentale, processo multistakeholder e multilevel per l'Internet Bill of Rights connettendo ciò che già è in campo. Richiesta al Governo di non essere schizofrenico in materia digitale.

Diritto di sapere


Ricevo e metto in comune volentieri:
 
 Caro Fiorello,
   stiamo selezionando una sessantina di persone (giornalisti e rappresentanti della società civile) che partecipino alle nostre due giornate di training (7 e 8 dicembre rispettivamente a Milano e Roma con 30 persone ciascuna) nelle quali prepareremo almeno 5 domande a testa di accesso agli atti da sottomettere a diverse istituzioni statali, dai comuni ai ministeri e alle agenzie.

Ti saremmo molto grati se ci potessi segnalare rappresentanti di associazioni che vogliano prendere parte a questo esercizio. 

Cerchiamo persone motivate, con un minimo di dimestichezza con web e pec e di comprensione dell'inglese, ma soprattutto che conoscano già un tema e vogliamo sgobbare un po' per approfondirlo chiedendo documentazione e atti. Penso ovviamente a chi lavora su temi ambientali o legati anche alla salute e alla sicurezza, ma il campo è ovviamente molto ampio e non ci sono preclusioni a nessun argomento di interesse civico.

Per i giornalisti siamo abbastanza ben forniti e includeremo le maggiori testate nazionali e un po' di corrispondenti stranieri, ma se credi che ci siano persone di valore le segnalazioni sono benvenute.

Che cosa offriamo
Chi parteciperà avrà una giornata di training gratuito con una serie di esperti che ci aiuteranno a preparare e sottomettere, già durante il training con l'assistenza di un esperto legale e di giornalisti italiani e stranieri che hanno già affrontato questo procedimento.

Che cosa chiediamo
Oltre alla forte motivazione (vedersi rifiutare le richieste è inevitabilmente frustrante...) chiediamo ai nostri "monitors" di condividere con noi tutte le richieste che fanno e tutto ciò che ricevono. Avremo con loro un accordi di riservatezza per il quale non divulgheremo a terzi né agli altri partecipanti al monitoraggio il contenuto delle loro richieste. 
per chi si propone o vuole fare segnalazioni
 

Grazie mille! Considero il tuo aiuto molto prezioso perchè la qualità e la motivazione delle persone credo sarà veramente la chiave di questo esercizio.

giovedì 18 ottobre 2012

Un giusto riconoscimento


Un giusto riconoscimento: il direttore del Festival CinemAmbiente, Gaetano Capizzi, è candidato al premio 'Ambientalista dell'anno' promosso Legambiente e dedicato a Luisa Minazzi, la coraggiosa attivista che ha lottato in difesa dei diritti delle persone esposte all'amianto.
Io l'ho votato con piacere se vuoi votarlo anche tu
http://www.cinemambiente.it/vota_ambientalista.html

Sosteniamo la Speranza di Malala


La speranza di Malala

http://www.avaaz.org/it/malalahopenew/?bLXJHab&v=18802

Europa

Merkel: "A Ue libertà di intervento su bilanci" E propone nuovo fondo ricavato da Tobin tax. Buoni propositi e non ci dobbiamo scandalizzare e men che meno offendere per l'inchiesta europea sull'uso dei fondi per i terremoti. Europa politica, integrazione, trasparenza.

mercoledì 17 ottobre 2012

Ma quale crescita?

Togliere le detrazioni fiscali previste per il 2012 in modo retroattivo è una porcata nei confronti di una comunità attonita, sfiduciata e sconcertata. Una comunità non presente a sé stessa. Se il Governo lo ha fatto in chiave tattica per fare concentrare il Parlamento su questo evitando altre pressioni e altre negoziazioni, rimane una porcata comunque per un popolo cui sono stati proposti i mutui
 come forma di investimento dilazionato. E ora paghiamo centinaia di milioni di penale per un ponte per il quale si sapeva che quelli sarebbero stati gli unici soldi a disposizione visto che i privati non ne avrebbero messi, indipendentemente dalle possibilità dell'assetto geologico. Ma di quale crescita parlano?



Untrue

Untrue Mr. Romney. Go Barack Go!

Lombardia in Movimento


La proposta elettorale per la Lombardia va' sottratta a tatticismi, personalismi e compensazioni nazionali.
Il fallimento del modello Formigoni e quello della Lega come interprete esclusivo della questione settentrionale e del federalismo
pongono a ciascuno una responsabilità ed una possibilità che non sono "solo" elettorali ma immediatamente politiche nella regione che rappresenta un quarto del PIL nazionale
e ospiterà l'EXPO.
La riforma del Titolo Quinto della Costituzione deve essere pienamente attuata dentro il rinnovato impegno per l'Europa Politica e le condizioni per una innovazione di qualità
capace di essere competitiva proprio perché socialmente inclusiva e ambientalmente sostenibile sono una necessità e una domanda interne alla natura della Lombardia come
storicamente si è definita.
Le doverose manifestazioni sotto il palazzo della Regione e le autoproposizioni di candidatura presentano un centrosinistra che, come il barone di Munchausen, crede di sollevarsi da solo.
 Credo che insieme alla competenza e all'affidabilità per sensibilità sociale, la proposta di candidatura debba presentarsi in dis/continuità con il panorama
nazionale proposto dalle primarie del centrosinistra.
Dis/continuità che la proposta Pisapia/Arancioni aveva messo in atto a Milano.
Occorre qualcosa di simile proposta ai cittadini della Lombardia, proposta cui può/deve aderire il centrosinistra, inteso come partiti.
Altrimenti si darà fiato tanto al riproposto candore della Lega, quanto all'alterità assoluta di Grillo piuttosto che al non voto.
Per questo la proposta elettorale e di candidatura non può venire dai partiti.
Se poi il PDL, magari proponendosi sotto diverse spoglie, candidasse Albertini o si presentasse unito dietro Maroni, ancor meno si potrà fare conto
sull'illusorio automatismo di un successo elettorale riflesso della fine del modello Formigoni.
Che ognuno faccia la sua parte, con Lombardia in Movimento proponiamo una modalità aperta e concreta che mi auguro possa essere tempestiva.

lunedì 15 ottobre 2012

Indicatori

"Le donne afghane si ribelleranno al burqa" Selay, afghana di 28 anni a capo di HAWCA volontari impegnati a salvare le ragazze da violenze e matrimoni forzati. Le donne e i bambini sono gli indicatori di qualità della dignità e della libertà di un popolo.

venerdì 12 ottobre 2012

Bene

Premio Nobel per la pace all'Unione Europea

Città Metropolitana-Expo 2015-Parco Agricolo Sud Milano


                                                             Coalizione Civica Buccinasco


organizza un incontro pubblico

il 19 ottobre a Buccinasco 20,45

                                                                     Sala Consiliare

(via Vittorio Emanuele)

parteciperanno:
associazioni, liste civiche e cittadini
dei comuni di Milano e del Sud-Ovest

"La Grande Milano, opportunità e problemi.

                                "Città Metropolitana-Expo 2015-Parco Agricolo Sud Milano"


Questi gli esperti che hanno messo a disposizione tempo, competenza e passione civica
Ilaria Li Vigni- Direttivo Movimento Milano Civica-
“ Cos’è la Città Metropolitana? I tempi, le procedure, gli indirizzi nomativi”

Prof. Tommaso Maggiore- Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali
Università degli Studi di Milano
“Cos’è il Parco Agricolo Sud? Che relazione può avere con l’EXPO 2015?”

Claudio Conti- Movimento Milano Civica
“Una "Grande Milano" attenta al Bene Comune, suggerimenti e soluzioni”

I cittadini di Buccinasco e dei comuni del Sud-Ovest Milanese
sono invitati a partecipare con la loro passione e le loro idee.

Introduzione di Fiorello Cortiana, coordinamento di Filippo Errante
- consiglieri comunali Coalizione Civica Buccinasco


Conflitto di interessi?

Trovo nell'espressione negativa della Consulta sulla riduzione degli emolumenti ai manager pubblici un riflesso simpatico per un conflitto di interessi legato alla stessa condizione pubblica retributiva. Una cosa del genere non esiste! Di quale discriminazione parlano. Perché sugli esodati non hanno detto nulla?

mercoledì 10 ottobre 2012

Malala, non mollare!


I Talebani, come tutti gli integralisti nel mondo, vogliono impedire l'autodeterminazione della propria identità. Malala lo ha fatto comunque nel nome della dignità e della libertà sua, delle donne afgane, degli uomini e di tutti noi. I Talebani hanno sparato alla testa a  Malala, 14 anni, sullo scuolabus. Malala  denunciava sul suo blog le condizioni di vita, in particolare quelle delle donne e delle bambine,  nella valle di Swat nel Pakistan del nord.
Malala, non mollare!

http://www.giornalettismo.com/archives/534599/la-rabbia-del-mondo-per-malala/

Pari opportunità?

Risparmiare sull'illuminazione pubblica crea un clima da coprifuoco, in particolare per le donne che vogliono uscire di sera. Alla faccia delle pari opportunità. Occorrono domotica urbana, lampade risparmiose e l'uso delle rinnovabili.

martedì 9 ottobre 2012

Podestà 2

Podestà aveva annunciato le dimissioni, non le aveva date e ora comunica "Ci sarebbero tutte le ragioni per dimettersi ma senso del dovere mi impone di rimanere a continuare il mio lavoro,nel rispetto dei cittadini". Siamo alla farsa nella dissoluzione in corso

Liberi tutti

Guido Podestà, Presidente della Provincia di Milano, annuncia le sue dimissioni. Hanno fallito è l'implosione, B. tratta per sé, per il resto: liberi tutti. Chi ha buona volontà e non ha interessi particolari, personali o di cordata, da difendere non sia spettatore. Nessuno sia spettatore.

Giovani, ribellatevi ma non rifate le cazzate già fatte


Non rifate le cazzate, non restate prigionieri del lessico, dei simboli e della ritualità. legati all'estetica della violenza. Non imbrattate i vostri desideri, realizzateli.

Nuovo centralismo statalista?

Ok mettere fine alle porcate nelle regioni ma la soluzione sta nel centralismo statale? Non è normale pensare di cambiare il Titolo V della Costituzione, per blindare tagli e riforme,  con una approvazione Camera e Senato in 35 giorni. Tra la partitocrazia autoreferenziale e bulimica e la tecnocrazia finanziaria occorre definire una terza via per un riformismo radicale e sostenibile, socialmente e ambientalmente.

il Che


Apprezzo il rigore ed il pudore con i quali Michele ricorda il Che e tutte le implicazioni generazionali conseguenti. Il suo prendere distacco dalla concretizzazione della rivoluzione a Cuba ha lasciato intatta la sua mitologia e quella rivoluzionaria con conseguenze pesanti per la generazione 1968/1977: la mancanza di verifica dell'efficacia di quanto si proponeva e praticava, nonché le derive terroristiche prese da molti. Nello stesso tempo quell'anelito esistenziale che vedeva la politica e la vita come realizzazione del possibile e non solo come gestione dell'esistente ha alimentato l'agire individuduale e collettivo di quella che è stata chiamata, con qualche indulgenza generazionale, "la meglio gioventù". Può sembrare contraddittorio ma mettevamo insieme Papa Giovanni, i Kennedy, Luter King, Che Guevara, Jan Palach, i Beatles, gli Stones, De Andrè, Guccini, Pavese, Calvino ecc.Una urgenza ed una trasformazione dei costumi che Armani ha raccolto e la politica ha costretto a una condizione di ordine pubblico e/o terapeutico.
Comunque Hasta Siempre Comandante ;-)



Michele Mezza
9 ottobre 1967, muore Che Guevara.ma un'icona puo' morire? ma la rivoluzione puo' diventare solo icona? e una generazione puo' salvarsi l'anima con una maglietta con l'effige del Che?Sono i quesiti che mi inseguono da decenni.Troppo forte la suggestione di quella barba.ma anche troppo cocente la delusione di quel mondo.Cosa avrebbe detto il Che, solo qualche anno dopo, vedendo i migliori giovani del mondo mentre creavano un nuovo mondo, in digitale? forse il suo passo di uscita dal palcoscenico è stato l'ultimo regalo alla mitologia di una rivoluzione con troppe icone e poco popolo

lunedì 8 ottobre 2012

la buona tecnologia

Ecco una utile piattaforma dedicata al mondo agro-alimentare, la tecnologia può preservare il territorio.

www.campagnanostra.it

Dalli all'untore

Su Renzi vedo all'opera la macchina della diffamazione contro un corpo ritenuto/avvertito come estraneo. Con l'Ulivo '96 pensavamo ad un incontro tra le culture democratiche, storiche e recenti. Con il PD molti come me credevano di dare forma politica a quell'incontro. La realtà è cruda: se siamo tutti uguali ma qualcuno è sempre più uguale degli altri gli spazi per l'inclusione sono simulati. Intanto sull'unione Fonsai e Unipol e la relazione con Mediobanca silenzio alla faccia delle liberalizzazioni di Bersani.

sabato 6 ottobre 2012

Aiutiamo Cattaneo

L'assessore regionale della Lombardia Cattaneo ha detto che non sa come farà se lo stipendio gli sarà ridotto a 8.000 € al mese. Perché non lo chiede a chi prende 1.200 € al mese, o meno, e a chi è precario? Urge una raccolta di fondi? Di che tipo?

venerdì 5 ottobre 2012

The facts and the show

The facts Not the show: Jobless Rate Falls to 7.8%, Lowest Level of Obama’s Term

Libertà a Cuba

Libertà per la blogger Sanchez, libertà per Cuba.

Futuro non ordine pubblico

I giovani sono i cittadini che rischiano l'emarginazione nella Società della Conoscenza, trasformarli in una questione di ordine pubblico è la scelta più comoda e più irresponsabile per chi non è in grado di avere una visione di futuro collettiva.

giovedì 4 ottobre 2012

11 ottobre 1962, oggi

E’ quanto mai attuale e carica di significato la ricorrenza dei 50 anni trascorsi dall’11 ottobre 1962 quando il pontefice alla sera si affacciò alla finestra per salutare i fedeli che riempivano piazza S. Pietro. Le telecamere della Rai trasmisero al mondo il celebre Discorso della Luna. Erano passati pochi mesi dal lancio del satellite Telstar nel luglio del 1962 e insieme al Concilio Vaticano II°, con quel discorso e quella trasmissione, il mondo diventava più piccolo.
La mondovisione venne ufficialmente inaugurata con la trasmissione della giornata di apertura del Vaticano II. Già alle 13,50 il pontefice si affacciò alla finestra per salutare i fedeli e la RAI riprese il saluto. Ma il saluto della sera, ripreso ancora dalle telecamere della Rai, si configura come un passaggio cruciale nella comunicazione. Mondovisione, 66 reti radiotelevisive collegate, il pontefice che trascura il messaggio scritto preparatogli e parla a braccio con un carico di autenticità e semplicità umana che annulla la distanza tra la sua finestra e la piazza proponendosi come pastore.
 La piazza dei fedeli che manifesta simpatia ed empatia verso Giovanni XXIII° e ne sottolinea i passaggi con il riferimento alla luna e poi ai bambini .
 Il cameramen della RAI che, a sua volta, trascura le prescrizioni e, invece di tenere la telecamera fissa sul pontefice incorniciato dalla finestra, volge la telecamera verso la luna come/quando i fedeli volgono il loro sguardo, nonché inquadra le persone protagoniste di quell’emozione condivisa, che illuminano la piazza con migliaia di candele, così come loro si guardano consapevoli di partecipare a qualcosa di unico.
Tante novità insieme, segnate dalla trasgressione dei protocolli e significate da una immediatezza che è arrivata nelle case di milioni di persone al di qua e al di là dell’atlantico.
Una immediatezza con la quale oggi ci sentiamo in consuetudine ma che da allora operò come un seme fecondo.
Già nel Decreto del Concilio Ecumenico Vaticano II Inter mirifica, promulgato da Paolo VI, il 4 dicembre 1963 si afferma: «Tra le meravigliose invenzioni tecniche che, soprattutto ai nostri giorni, l'ingegno umano, con l'aiuto di Dio, ha tratto dal creato, la Madre Chiesa accoglie e segue con speciale cura quelle che più direttamente riguardano lo spirito dell'uomo e che hanno aperto nuove vie per comunicare, con massima facilità, notizie, idee e insegnamenti d'ogni genere» e molti anni dopo, il 24 gennaio 2005, “Giovanni Paolo II concludeva la sua Lettera Apostolica “Il Rapido Sviluppo”con questa esortazione: “Non abbiate paura! Non abbiate paura delle nuove tecnologie! … Non abbiate paura dell’opposizione del mondo! … Non abbiate paura nemmeno della vostra debolezza e della vostra inadeguatezza! … Comunicate il messaggio di speranza, di grazia e di amore di Cristo, mantenendo sempre viva, in questo mondo che passa, l’eterna prospettiva del Cielo, prospettiva che nessun mezzo di comunicazione potrà mai direttamente  raggiungere.”
 Oggi viviamo nel secolo della Rete nell’epoca di internet caratterizzato dalla disintermediazione della comunicazione e dalla piena interazione tra tutti coloro che comunicano. Il succedersi delle innovazioni tecnologiche e delle applicazioni digitali hanno esteso lo spazio pubblico nel quale ci relazioniamo ma non sostituiranno mai il senso della comunicazione che è legato alla natura della relazione chiamandola ad essere libera e per questo responsabile. Il cardinale John P. Foley, allora monsignore e presidente del Pontificio Consiglio delle Comunicazioni Sociali, raccogliendo il mio invito quando ero delegato al WSIS-World Summit on Information Society dell’ONU per presentare in Parlamento la Lettera Apostolica fece queste considerazioni:“Questa meravigliosa conquista del progresso umano pone la comunità di fronte a nuove sfide in questo mondo che è sempre più un villaggio globale, ricco di potenzialità comunicative, in cui i processi mediatici segnano tanti momenti dell’esistenza umana, condizionando usi e costumi, modi di pensare e stili di vita” e ancora “La centralità dell’uomo in questo universo pieno di potenzialità che impone che venga rispettata la dignità umana e venga preservato il bene comune” ”Il criterio guida nell’utilizzo dei media deve dunque fondarsi su saldi principi etici, chiamando tutti, responsabili e fruitori dei mezzi, all’esercizio della responsabilità personale, verso il singolo e verso la società medesima.”
Quella combinazione carica di poesia e profezia che si era creata quella sera del 1962 grazie al Discorso alla Luna di Papa Roncalli metteva in gioco tutti coloro che prendevano parte a quella relazione, in piazza o a casa che fossero, come persone attive non come spettatori o telespettatori “…Tornando a casa, troverete i bambini. Date loro una carezza e dite: “Questa è la carezza del Papa”. Troverete forse qualche lacrima da asciugare. Abbiate per chi soffre una parola di conforto…”.
Credo che sia bello e utile ricordare quella serata riflettendo sull’oggi e sul futuro che si definisce nelle nostre azioni e nei nostri sguardi, che spesso non si alzano alla luna come quello del pontefice.



“Cari figlioli, sento le vostre voci. La mia è una sola, ma riassume tutte le voci del mondo; e qui di fatto il mondo è rappresentato. Si direbbe che persino la luna si è affrettata stasera… Osservatela in alto, a guardare questo spettacolo… Noi chiudiamo una grande giornata di pace… Sì, di pace: ‘Gloria a Dio, e pace agli uomini di buona volontà’.
Se domandassi, se potessi chiedere ora a ciascuno: voi da che parte venite? I figli di Roma, che sono qui specialmente rappresentati, risponderebbero: ah, noi siamo i figli più vicini, e voi siete il nostro vescovo. Ebbene, figlioli di Roma, voi sentite veramente di rappresentare la ‘Roma caput mundi’, la capitale del mondo, così come per disegno della Provvidenza è stata chiamata ad essere attraverso i secoli.
La mia persona conta niente: è un fratello che parla a voi, un fratello divenuto padre per volontà di Nostro Signore… Continuiamo dunque a volerci bene, a volerci bene così; guardandoci così nell’incontro: cogliere quello che ci unisce, lasciar da parte, se c’è, qualche cosa che ci può tenere un po’ in difficoltà… Tornando a casa, troverete i bambini. Date loro una carezza e dite: “Questa è la carezza del Papa”. Troverete forse qualche lacrima da asciugare. Abbiate per chi soffre una parola di conforto. Sappiano gli afflitti che il Papa è con i suoi figli specie nelle ore della mestizia e dell’amarezza… E poi tutti insieme ci animiamo: cantando, sospirando, piangendo, ma sempre pieni di fiducia nel Cristo che ci aiuta e che ci ascolta, continuiamo a riprendere il nostro cammino. Addio, figlioli. Alla benedizione aggiungo l’augurio della buona notte”.

La diretta RAI:   


mercoledì 3 ottobre 2012

Anniversari

Michelle and Barack, "We borrow the earth from the current and future children". Affirming this, not only the ecologist but every person is conscious of the responsability and reciprocity that make he and she adults. It's the same for the institutions and public policies, but for the parents it's a duty. For husband and wife is a life project to realize and discover toghether. Have a nice anniversary, have a good re-election :-)

martedì 2 ottobre 2012

Rete e Libertà, concetti sempre validi


Rete e Libertà
http://vimeo.com/18060273

Graziani

IO VOGLIO CHE IL SACRARIO ERETTO AD AFFILE PER IL CRIMINALE DI GUERRA GRAZIANI VENGA ABBATTUTO.

lunedì 1 ottobre 2012

Effetti

Il rinvio a giudizio di Penati è vissuto dal PD come una cosa che non lo riguarda mentre Formigoni lo vive come qualcosa che non può ignorare. Effetti della consociazione. Ma Penati non era stato messo a capo della segreteria di Bersani da Bersani stesso? Effetti della ragion di partito.

Auguri!


Un mito, mi onoro di averla avuta collega in Senato

 "A 103 anni ho perso un po' la vista, molto l'udito. Alle conferenze non vedo le proiezioni e non sento bene. Ma penso più adesso di quando avevo vent'anni. Il corpo faccia quello che vuole. Io non sono il corpo: io sono la mente."
Rita Levi Montalcini